Galileo: la forza del pensiero innovativo - Brecht: Vita di Galileo
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IIS "L. da Penne - M. dei Fiori" su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Galileo: la forza del pensiero innovativo

    Brecht: Vita di Galileo

    Bertolt Brecht nacque nel 1898 in Germania, durante il periodo dei totalitarismi, per questo fu
    costretto ad espatriare; una delle sue opere più celebri,“Vita di Galileo” fu conclusa, infatti, in un
    secondo momento. Non otterrà il permesso dagli Alleati di rientrare in Germania a causa delle sue
    posizioni anticapitaliste.
    “Vita di Galileo” si apre a Padova, dove Galileo Galilei è nel suo studio con il piccolo Andrea,
    figlio della governante e tenta di spiegargli la rivoluzione che sta creando il Sistema Copernicano,
    con degli esempi. Nonostante le spiegazioni di Galilei, Andrea continua a non capire come sia
    possibile che la terra si muova, se lui vede il sole muoversi. Andrea difatti rappresenta tutti gli
    oppositori increduli alla nuova teoria ma Galilei, da bravo studioso, tenterà in tutti i modi di convincerlo.
    Ad interrompere il dialogo tra i due è la governante, che condurrà nella stanza Ludovico Marsili, un
    ricco giovane, che si occupa di cavalli, quindi molto ignorante in scienza, che però manifesta il
    desiderio di studiare con Galileo: gli parlerà dell’invenzione del cannocchiale in Olanda, paese da
    cui è di ritorno.
    Galileo ha modo di riflettere sul racconto di Ludovico e ha già in mente altro: si trasferirà a
    Venezia, dove consegnerà la sua nuova invenzione, il cannocchiale appunto, strumento che si
    rivelerà fondamentale per l’evoluzione della scienza.
    Il progetto di Galileo si avvera infatti grazie al cannocchiale e riesce a dimostrare ciò che fino a
    poco prima era solo un’ipotesi. Con l’amico Sagredo comincia l’osservazione dei cieli, della luna e
    dei satelliti di Giove.
    Galilei inoltre decide di trasferirsi a Firenze come matematico nella corte dei Medici, e Cosimo
    chiederà spiegazioni sulle ultime scoperte. Nel momento della spiegazione, quando Galilei inviterà
    ad osservare nel cannocchiale, nessuno degli studiosi lo farà: si comincerà a dubitare di lui. Inizierà
    anche un periodo difficile, perché la popolazione verrà colpita dalla peste. In un clima difficile ed
    ostile Galilei non abbandonerà i suoi progetti.
    Passeranno molti anni e Galileo non si pronuncerà sulle nuove scoperte e si dedica ad altri studi.
    Avrà notizia dell’elezione a pontefice di Urbano VIII, un matematico e Galileo è sicuro della sua

    protezione concedendogli di continuare i suoi studi astronomici. Sotto tale spinta, lo scienziato
    decide di riprendere l’attività di ricerca.
    Trascorrono altri anni, e la teoria copernicana e gli studi astronomici svolti da Galileo si diffondono,
    tanto che Galileo decide di pubblicare un testo in volgare in cui venga ribadito l’errore del sistema
    tolemaico  rispetto a quello copernicano, il “ Dialogo sopra i due massimi sistemi” . Questa
    composizione sarà importante per la vita stessa di Galileo: infatti verrà portato davanti al tribunale
    dell’Inquisizione dove Urbano VIII e il Cardinale Inquisitore discutono e accusano Galilei come
    eretico. Lo scienziato viene processato e condotto in prigione. Con sorpresa Galileo decide di
    abiurare le sue tesi, evitando, così, la condanna a morte. Andrea e Virginia, suoi seguaci, sono
    amareggiati per questa dolorosa decisione.
    Passano altri anni e Galileo è costretto a vivere sotto l’occhio vigile dell’Inquisizione, con il
    consenso di poter continuare i suoi studi. Con lui è rimasta Virginia, che lo accudisce. In un
    secondo momento tornerà a trovarlo Andrea, che non vedeva dal giorno del processo: questi è
    ormai un uomo e sta partendo per l’Olanda per dedicarsi ad alcuni studi scientifici.
    Galileo gli rivelerà di aver scritto un nuovo testo e che ne custodisce una copia all’interno di un
    mappamondo. Andrea capisce che l’abiura di Galileo non è stata un tradimento, ma un modo, il
    solo, per continuare a svolgere i suoi esperimenti e le sue ricerche.
    Nell'ottica dell'autore, Galilei diviene simbolo di verità nella scienza, colui che, avendo gli
    appositi strumenti, viene interrogato e ricercato da molti per chiaririe gli innumerevoli dubbi del
    secolo. E nonostante gli vengano più volte girate le spalle, Galilei avrà ben in mente i suoi
    obiettivi.
    L’autore ha un atteggiamento distaccato, il suo autorevole protagonista dovrà cavarsela da solo e
    difendere le proprie tesi. Non è sprovveduto Galilei, tuttavia è pronto a mettersi in gioco, con pazienza.
    Brecht si porrà l’interrogativo sul perché Galilei venga formalmente sconfitto, e giunge alla
    soluzione che abissale era la differenza di mentalità tra le masse e i valori moderni di liberà.
    Alla fine Galileo recupererà la fiducia in Andrea, suo allievo prediletto, e non si sentirà incompreso
    e sconfitto. Ed è per questo che le idee rivoluzionarie minano i terreni consolidati ma non riescono ad essere sopite per sempre.

                                                                                                                                         Manuela Ergotino

    di Manuela Ergotino


    Parole chiave:

    #recensione #libro

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi