The Poet And The Muse - Passato-Futuro direzione Amore
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IIS "L. da Penne - M. dei Fiori" su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    The Poet And The Muse

    Passato-Futuro direzione Amore

    Affascinante, magnetica, terribile. La tecnologia. Il futuro. Il Cyberpunk. L'infatuazione per il synthwave; l'idolatria del freddo acciaio. La materializzazione del desiderio di nullificazione, insito da sempre nella mente umana; del desiderio di perdersi nelle labirintiche arterie di immani megalopoli dal vetro antiriflesso. L'abbandono di ogni forma di culto, di ogni convenzionale "divinità". Il secco rifiuto o rinnegamento per la propria umanità. Quando la divinità si fa macchina, e l'uomo con lei. Un immaginario quantomai intrigante, che fa della svalutazione dell'io e della persona una sua componente fondamentale. Questa estrema decadenza dei valori umani è in netta contrapposizione con la raffinata lirica d'amore stilnovista. Un'antinomia, tanto in contrasto quanto insospettabilmente in una sorta di relazione, che ne rimarca le differenze. Da un lato: corpi in vendita, parti cibernetiche, cuori cablati; dall'altro: il primordiale sentimento d'amore diviene forse più profondo che mai e spinge verso uno stile poetico, quello del "dolce stil novo", appunto, che mette momentaneamente fra parentesi la ragione umana per decantare, con un tocco di genuina irrazionalità, la bellezza e le qualità della donna. "Now the muse she was his happiness, and he rhymed about her grace..." Quello per lei, diviene un amore virtuoso e gentile, che raffina ed eleva l'animo del poeta anche più di quanto visto nella lirica provenzale, poichè tanto più è elevata la concezione della figura femminile stessa. La donna, quì, si sublima in divinità, stringendo con l'uomo lo stesso tipo di rapporto che intercorre fra gli angeli e Dio. "Tenne d’angel sembianza che fosse del Tuo regno; non me fu fallo, s’in lei posi amanza" scrive Guininzelli come conclusione del suo manifesto "Al cor gentil rempaira sempre amore". In questo potente congedo, il poeta immagina un dialogo con Dio, quest'ultimo evidentemente risentito nei confronti dell'autore per esser stato preso come termine di paragone di un amore terreno. Il punto, però, è proprio questo: l'amore perde le sue connotazioni spiccatamente terrene, diventando, insieme alla donna (simbolo di dato sentimento), in prevalenza spirituale, nobile, dolce. "...and told her stories of treasures deep beneath the blackened waves." Con Cavalcanti, altro esponente della poesia stilnovista, la concezione della donna evolve ulteriormente, e così anche l'amore provato nei suoi riguardi. "Non fu sì alta già la mente nostra e non si pose ’n noi tanta salute, che propiamente n’aviàn canoscenza." (vv 11-13) scrive nel "Chi è questa che vèn, ch'ogn'om la mira". La donna viene ora rappresentata come un essere mistico, divino, equiparabile a Dio (ed identificata nella Madonna in vari componimenti), circondata da un'atmosfera più astratta e sovrannaturale. L'amore, forte di questa nuova concezione, si fa, tuttavaia, più arduo per il poeta, generando angoscia e sofferenza. Ciò in virtù del fatto che l'immagine della donna si rende e resta lontana ed irragiungibile, talmente elevata da essere ormai inconoscibile dall'uomo, che si serve nella poesia del topos dell'ineffabile. "Till in the stillness of one dawn, still in its mystic crown, the muse she went down to the lake, and in the waves she drowned". Con "Io fu' 'n su l'alto e 'n sul beato monte" di Cino da Pistoia la donna torna ad una concezione più umana e concreta, perdendo buona parte delle caratteristiche angeliche. L'amore per lei, tuttavia, non diminuisce affatto. Ciò nemmeno con la morte dell'amata stessa, evento che, anzi, acuisce il sentimento tanto da far bramare al poeta anche la propria, di morte. Ed è quì, in questo remoto, silenzioso paesaggio boschivo, che muore la concezione angelica e divina della donna stilnovista, ripresa poi in parte da Dante, ma sempre come simbolo del trascendente, in relazione diretta pertanto con una dimensione religiosa e teocentrica. Così, soccombe la Musa. Annegando nelle crepuscolari acque di un lago, immersa nella surreale atmosfera propria del momento che precede l'alba. Così soccombe la Musa. Abbandonando il Poeta, sussurrante lamenti di una profonda e desolante disperazione.

     

     Titolo e versi in inglese tratti da "The Poet and the Muse", brano facente parte della colonna sonora di "Alan Wake", scritto ed interpretato dal gruppo finlandese " Poets of the Fall".

     

                                                                                                                                                              Raffaele Di Paolo

                                                                                                                                                               III B

    di Redazione IIS "L. da Penne - M. dei Fiori"


    Parole chiave:

    #book #libro

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi