LUPI IBRIDI - La prima area faunistica dei lupi ibridi in Italia
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IIS "L. da Penne - M. dei Fiori" su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    LUPI IBRIDI

    La prima area faunistica dei lupi ibridi in Italia

     La prima area faunistica di lupi ibridi in Italia è situata in Abruzzo, precisamente nella Riserva naturale del lago di Penne, provincia di Pescara.

    Da poco nella riserva sono stati aperti nuovi percorsi nella natura e costruito un recinto di quasi due ettari per contenere ben sei lupi ibridi.

    Ma perché questi lupi sono definiti ibridi? 

    La risposta sembra semplice anche se non immediata: questi lupi non sono al 100% di razza pura, ma nascono da un incrocio tra cane e lupo, sono al 96/97% lupi e 3% cani. Essendo i geni del lupo dominanti, gli ibridi presentano tutte le caratteristiche di un lupo comune, che sia il colore del pelo o l’atteggiamento. Proprio per questa somiglianza, è quasi impossibile distinguerli da un lupo comune, ma la fortuna (o sfortuna) ha voluto che nella cucciolata ci fossero due ibridi neri; essendo il colore del lupo grigio, sono riusciti a capire che si trattava di ibridi, perché, per quanto riguarda il comportamento, sono schivi e diffidenti proprio come i lupi.

    Questo fenomeno rappresenta, però, un problema per quanto riguarda la conservazione della razza pura del lupo, in quanto specie protetta che va salvaguardata. Proprio per questo è stato ritenuto necessario rinchiuderli e sterilizzarli. 

    Il lupo è stato sempre preso di mira: nel Medioevo era considerato un demone, divoratore di bestiame e di persone, tanto che spesso si organizzavano delle vere e proprie cacce al lupo, per toglierlo dalla circolazione. Possiamo quasi dire che il lupo e l’uomo siano nemici da secoli.Si pensi addiritura al "lupo cattivo" presente nelle favole dei bammbini.

    Anche nella società odierna troviamo nella figura del lupo qualcosa di malvagio; se una bestiolina di campagna viene sbranata diamo immediatamente a lui la colpa, ma non tutti sanno che il lupo preferisce tenersi alla larga dall’uomo ed evitare ogni contatto (prova una paura con cui cresce da secoli). Quindi, a meno che il lupo non stia morendo di fame, chi mangia il bestiame è semplicemente un grosso cane o, come capita spesso, un gruppo di cani che conoscono l’uomo e non lo temono.

    Perché il lupo dovrebbe rischiare di essere ammazzato cercando di mangiare la preda, quando nel bosco in cui vive ci sono dei deliziosi cinghiali a portata di mano? Purtroppo la nostra società, basata a volte su pregiudizi e antiche credenze, ha fatto diminuire il numero dei lupi in Italia, ma grazie a delle associazioni che se ne prendono cura, il loro numero piano piano sta risalendo. Speriamo di superare questa idea del “lupo cattivo” e, magari, dare il nostro contributo alla salvaguardia di tutta la natura.  E non divenire noi "lupi del lupo"!    

     Alessandra Tarantelli.

    di Alessandra Tarantelli


    Parole chiave:

    ambiente

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi