Giovani e politica, così distanti? - In pieno clima di ritorno alle urne, un’alisi del rapporto tra giovani e politica
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IIS "L. da Penne - M. dei Fiori" su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Giovani e politica, così distanti?

    In pieno clima di ritorno alle urne, un’alisi del rapporto tra giovani e politica

     

    “Un politico guarda alle prossime elezioni, uno statista, guarda alla prossima generazione”. In questi termini Alcide De Gasperi  inquadrava  la figura giusta per ripartire dalle ceneri dell’Italia post Seconda Guerra mondiale. Tale definizione oggi piacerebbe ai “nuovi elettori”?  O meglio, coloro che hanno compiuto diciotto anni nell’ultimo triennio come si rapportano alla vita politica del Paese?

    In apparenza  molto bene: i dati riportano che alle elezioni nazionali del 2018 circa l’82% dei giovani elettori è andato alle urne, il 52% di questi, però, afferma di aver votato il cosiddetto “male minore”, non uscendo in maniera del tutto soddisfatta dalle urne. L’affluenza di per sé è un dato importantissimo, poiché testimonia il desiderio di partecipazione dei giovani, scardinando così odiosi ed inutili luoghi comuni. Ma, approfondendo le motivazioni degli astenuti, si percepiscono le frizioni tra la sfera politica ed i neo elettori: il 23% dei non votanti non è andato alle urne, perché si considera lontano dalla politica in generale, il 15% non ripone fiducia in nessuno dei partiti in corsa ed il 14% si definisce rassegnato all’idea che le cose non cambino a prescindere dal voto. Tralasciando i dati riguardanti i giovani fuorisede o con problemi di salute in quel determinato periodo ed i facenti parte della seconda percentuale riportata in precedenza, i dati preoccupanti riguardano i disinteressati ed i rassegnati. Oltre i leciti dubbi che spontaneamente sorgono sentendo parlare di rassegnazione in giovanissimi o di disinteresse da parte di persone che vedranno la loro vita influenzata da quel mondo per tutto il proseguimento della propria vita, viene da chiedersi: “perché la politica non arriva a questi giovani”?

    Il motivo può essere rintracciato in tre fattori fondamentali: età dei candidati, comunicazione arretrata ed incapacità della classe politica di far emergere figure magnetiche, affidabili ed efficienti. L’età media dei candidati nell’ultimo decennio è sempre stata molto alta, spingendo i giovani a non approfondire le varie linee politiche, perché le consideravano lontane dalle loro idee ed esigenze. Nel recentissimo passato, però, la tendenza è mutata, grazie ad un naturale cambio generazionale nei partiti “storici” ed ad una “linea verde” adottata delle nuove, o rinnovate, realtà politiche; ad esempio, prendendo in esame i canditati alla presidenza della regione Abruzzo per le prossime elezioni,  l’età media si assesta intorno ai 49,5 anni.

    Per quanto riguarda la comunicazione e la mancanza di figure di alta caratura morale, si può parlare degli stessi problemi, identificabili con un "imbarbarimento della propaganda politica" e dei suoi rappresentanti. Campagne elettorali non basate su programmi politici chiari e propositivi,  ma  portate avanti a colpi di accuse verso i rivali, incentrate sul ribadire cosa i propri predecessori non siano stati in grado di fare, e dichiarazioni discriminatorie, quasi sempre poi senza quella capacità oratoria che faceva della politica un’arte. Questi attacchi molte volte incentrati su precedenti accuse (reali o presunte) oppure su processi tuttora in corso. Proprio qui si assesta il problema principale: come può un giovane, che si affaccia alla vita politica con speranze ed ideali, affidare il proprio futuro  a persone che si trascinano dietro reputazioni del genere? Un giovane che va per una delle  prime volte ad incidere sul futuro del proprio Paese vorrebbe vedere candidati che possano ispirarlo e che lo spingano ad affidare loro il proprio "destino", vogliono programmi chiari e precisi, esposti in maniera semplice e diretta. Le nuove generazioni, inoltre, sono abituate ad essere soggette ad una moltitudine di stimoli in un brevissimo periodo, i programmi devono rispettare le caratteristiche sopracitate, senza proclami vanagloriosi o fuori fuoco. I giovani vogliono solo capire chi potrà plasmare al meglio il loro domani. In definitiva se quei giovani non sono andati a votare è stato in parte per loro mancanze, ma in larga parte perché scontratisi con una politica che non appartiene loro. Se l’Italia vuole rinnovarsi anche la politica dovrà farlo: i Giovani sono il fulcro del cambiamento e, su ciò, non c’è disinteresse che tenga.

    di Alex Andrenacci


    Parole chiave:

    elezioni , giovani , politica

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi