Amore: senza nessuna differenza - Chi decide cosa è normale?
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IIS "L. da Penne - M. dei Fiori" su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Amore: senza nessuna differenza

    Chi decide cosa è normale?

    Chi ha mai deciso che l’amore tra uomo e donna è da considerarsi naturale, mentre quello tra un uomo ed un altro uomo - o donna e donna-  anormale ? In questi ultimi anni si è parlato molto di questo tema, un tema delicato e complesso. Molti sono i ragazzi che non riescono a parlare ed esprimere il proprio amore con la massima tranquillità e naturalezza, in un mondo che probabilmente sta crescendo nel numero dei suoi abitanti, ma diminuendo in saggezza.  E’ un mondo arretrato quello in cui vedere due uomini mano nella mano è disdicevole.

    Una paura della diversità che nasce agli occhi di coloro che probabilmente non conoscono l’amore.

    Oggi sono tante le etichette, gli insulti discriminatori e i pregiudizi che feriscono gay e lesbiche. Troppo spesso essi si chiudono in se stessi e non riescono a difendersi da queste offese gratuite. La normalità è amare chi si ama, amare senza fare nessuna distinzione, senza nessuna proibizione imposta, senza senso di inadeguatezza, senza la vergogna, senza preoccupazione e solo col sorriso.

    La libertà è un diritto che ci viene riconosciuto dal nostro Paese, perché limitarla a noi stessi?

    L’ignoranza è una condizione che deve essere superata nel XXI secolo. L’omofobia porta al bullismo e alla violenza e purtroppo non tutti sono così forti da reagire e andare avanti, dopo aver subito tanti insulti.

     In “Dallas Buyers Club” – film di successo ispirato ad una storia vera - il protagonista, Ron Woodroof, ama spassarsela con donne ed alcol e finisce per contrarre l'HIV. Si paventa: pensava che la malattia fosse esclusiva degli ambienti gay. Però poi conosce Rayon, un transgender tossicodipendente, e con lui fonda il Dallas Buyers Club.

    Ron supera la sua paura. Riuscire a farlo, significherebbe superare la propria ignoranza e andare oltre l’apparenza. Un piccolo passo per una grande svolta.

     Giulia D'Addazio


    Parole chiave:

    stop omofobia

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi