Pescara: Esonerato Zeman, Epifani promosso in prima squadra. - L’avventura del boemo termina dopo un anno di incomprensioni
 
Stai leggendo il giornale digitale di IIS "L. da Penne - M. dei Fiori" su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Pescara: Esonerato Zeman, Epifani promosso in prima squadra.

L’avventura del boemo termina dopo un anno di incomprensioni

L’esonero di Zeman è avvenuto domenica, dopo la decima sconfitta in campionato sul campo del Cittadella, e non ha suscitato grande scalpore perché da tempo era nell’aria: in campo il Pescara non sembrava una squadra tipica del boemo ed il rapporto con il presidente Sebastiani era compromesso da tempo, tra frecciate e risposte al veleno.

Il presidente biancazzurro resta quindi convinto della promozione di Massimo Epifani, 44 anni, pescarese doc - prodotto del vivaio del club e finora allenatore della Primavera - come tecnico della prima squadra: “Alle 9.30 di domenica era fissata una riunione tecnica, ma Zeman e il suo staff non si sono presentati, segno che neanche loro volevano rimanere a Pescara – le parole di Sebastiani al Tg3 Abruzzo – Epifani è giovane e darà una scossa allo spogliatoio. Ce n’è bisogno, il ritorno di Zeman è stato un errore”.

Così Sebastiani congeda il tecnico boemo, che alla sua seconda esperienza sulla panchina del Pescara non è riuscito a proporre il calcio che aveva fatto tanto sognare i tifosi pescaresi durante l’annata della storica promozione in Serie A, del 2012.

Seconda esperienza che non è stata delle migliori, qualcosa di certo non ha funzionato, non c’è da dimenticare che però sei anni fa a militare nella rosa del Pescara c’erano tre campioni tutt’ora affermati a livello europeo, come Marco Verratti, Lorenzo Insigne e Ciro Immobile.

Secondo Zeman come detto già da tempo il suo Pescara non avrebbe mai potuto riscuotere successo in quanto i giocatori presenti in rosa e arrivati dopo l’ultima sessione di mercato non riuscivano a riproporre il suo gioco. I rapporti con il patron pescarese non erano più gli stessi e la rottura era attesa da molti.

Dunque la Zemanlandia bis termina dopo una retrocessione in serie b - 9 vittorie, 9 pareggi e 10 sconfitte nella serie cadetta - un attacco da soli 30 gol che testimoniano, appunto, il malfunzionamento di un sistema di gioco che ora si spera di migliorare, grazie alla presenza del nuovo commissario tecnico Massimo Epifani.

L’esonero di Zeman è avvenuto domenica, dopo la decima sconfitta in campionato sul campo del Cittadella, e non ha suscitato grande scalpore perché da tempo era nell’aria: in campo il Pescara non sembrava una squadra tipica del boemo ed il rapporto con il presidente Sebastiani era compromesso da tempo, tra frecciate e risposte al veleno.

Il presidente biancazzurro resta quindi convinto della promozione di Massimo Epifani, 44 anni, pescarese doc - prodotto del vivaio del club e finora allenatore della Primavera - come tecnico della prima squadra: “Alle 9.30 di domenica era fissata una riunione tecnica, ma Zeman e il suo staff non si sono presentati, segno che neanche loro volevano rimanere a Pescara – le parole di Sebastiani al Tg3 Abruzzo – Epifani è giovane e darà una scossa allo spogliatoio. Ce n’è bisogno, il ritorno di Zeman è stato un errore”.

Così Sebastiani congeda il tecnico boemo, che alla sua seconda esperienza sulla panchina del Pescara non è riuscito a proporre il calcio che aveva fatto tanto sognare i tifosi pescaresi durante l’annata della storica promozione in Serie A, del 2012.

Seconda esperienza che non è stata delle migliori, qualcosa di certo non ha funzionato, non c’è da dimenticare che però sei anni fa a militare nella rosa del Pescara c’erano tre campioni tutt’ora affermati a livello europeo, come Marco Verratti, Lorenzo Insigne e Ciro Immobile.

Secondo Zeman come detto già da tempo il suo Pescara non avrebbe mai potuto riscuotere successo in quanto i giocatori presenti in rosa e arrivati dopo l’ultima sessione di mercato non riuscivano a riproporre il suo gioco. I rapporti con il patron pescarese non erano più gli stessi e la rottura era attesa da molti.

Dunque la Zemanlandia bis termina dopo una retrocessione in serie b - 9 vittorie, 9 pareggi e 10 sconfitte nella serie cadetta - un attacco da soli 30 gol che testimoniano, appunto, il malfunzionamento di un sistema di gioco che ora si spera di migliorare, grazie alla presenza del nuovo commissario tecnico Massimo Epifani.

Bianchini


Parole chiave:

calcio , pescara calcio

Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi