Una nuova vita per due studenti stranieri in Italia - L’esperienza di Veronica e Michele
 
 
    Leggi il giornale di un istituto
     

      • Roccella Ionica - Istituto Istruzione Superiore P. Mazzone (in attivazione)

      Una nuova vita per due studenti stranieri in Italia

      L’esperienza di Veronica e Michele

      Molte persone sentono il bisogno di lasciare il proprio paese per emigrare in altri stati che offrono più prospettive: l'immigrazione è un tema che negli ultimi anni ci riguarda sempre di più, un fenomeno iniziato negli anni settanta e aumentato nel XXI secolo. Rispetto a ciò ho voluto intervistare due ragazzi della mia scuola, il Liceo “Luca Da Penne - Mario Dei Fiori”, per vedere come si sono sentiti nella nostra struttura e come è stato per loro integrarsi con noi. Veronica, 1^D, arrivata qui in Italia tre anni fa e proveniente dall'Ucraina racconta “Le scuole medie sono state difficili, sono stata male, non mi trattavano bene semplicemente perché ero straniera e perché non sapevo parlare l'italiano, ma qui mi sono trovata molto bene.” Un altro ragazzo, Michele del 4^B, invece racconta: ”Sono arrivato in Italia 12 anni fa, nell’ottobre/novembre del 2006. Io vivevo nella parte ovest della Polonia, vicino alla Germania, diversa dall'est per la mentalità, ma soprattutto perché l'est è molto povero mentre l'ovest più sviluppato; nonostante ciò non c'era lavoro, perciò siamo stati costretti a partire. La prima elementare è stata difficile, non conoscevo la lingua, avevo una cultura diversa, non riuscivo a comunicare in nessun modo, mi ritrovavo gente intorno ignota, ma anche chi cercava di aiutarmi. Già dalla seconda elementare parlavo l'italiano decentemente. Quando dovevo iniziare il liceo avevo paura, paura di incontrare nuova gente che non mi avrebbe accettato, ma al contrario, mi sono trovato davvero bene, felice.” Parlare con i due ragazzi anche se per così poco tempo, mi ha dimostrato come la vita è una continua battaglia contro noi stessi e ciò che ci circonda; apprezzo la loro forza e il loro coraggio, ma nel contempo sono orgogliosa dei ragazzi come me che frequentano la mia scuola e che sono stati capaci di integrarli, di aiutarli e di farli sentire parte di tutti noi.

                                                                                                                                                           Benedetta Leone


      Parole chiave:

      immigrazione

      Condividi questo articolo



       


        edit

        Scrivi su Scuolalocale clear remove

        Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
        account_circle
        email
        Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo
        mode_edit
        Foto attach_file
        Indietro
        thumb_up

        Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

        Attendi una loro risposta, grazie!

        doneChiudi
        Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
        Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
        account_circle
        email
        Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
        Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        mode_edit
        Foto attach_file
        Indietro
        thumb_up

        Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

        Attendi una loro risposta, grazie!

        Chiudi
        Chiudi